Protesi fissa e mobile

Si definiscono protesi dentarie tutti i dispositivi in grado di ripristinare una funzione o l’estetica di uno o più elementi dentali.

Le protesi possono essere mobili o fisse.

Le protesi mobili possono essere rimosse dal paziente per l’ordinaria igiene domiciliare. Può essere totale (la classica “dentiera”) o parziale ancorata ai denti residui con ganci o attacchi (definita protesi scheletrata o “scheletrato”).

Le protesi fisse sono unite ai denti naturali, o agli impianti, dal dentista e non possono essere rimosse dal paziente. Sono di molti tipi tra cui le corone e le faccette che ricostruiscono la funzione e/o l’estetica di un solo dente oppure i ponti che sostituiscono denti mancanti ancorandosi ai denti rimanenti.

Molto utilizzata è la protesi fissa su impianti che ha innumerevoli vantaggi tra cui evitare di coinvolgere altri denti per sostituire quelli mancanti, la sicurezza e la rapidità della terapia, la durata nel tempo. Oggi è la miglior scelta per sostituire denti singoli o intere arcate.

Le protesi possono essere costruite in resina, ceramica e materiali compositi.

Negli ultimi anni si stanno affermando molti materiali innovativi quali ossido di zirconio, disilicato di litio, la fibra di carbonio.